Sassari, badante maltratta disabile novantenne

Polizia

Non sarebbe stata la prima volta. L’aveva già maltrattato, legandolo persino al letto.

Una storia atroce che arriva dalla Sardegna, carica di violenza e soprusi nei confronti di un anziano indifeso.

Una donna di 63 anni, badante di un invalido di 90 anni, allettato per via delle conseguenze di un ictus, è stata denunciata per maltrattamenti dai familiari dell’anziano.

La badante, originaria di Osilo (Sassari) ma residente ad Alghero, secondo quanto ricostruito dalla polizia, avrebbe cosparso di feci il volto dell’uomo, impossibilitato a difendersi: l’anziano ha gridato, attirando le attenzioni della moglie, un’ex insegnante 80enne, che si trovava nella stanza accanto, e della figlia, 43enne, che si trovava nel suo appartamento, al piano superiore di una elegante palazzina in una zona residenziale, non lontano dal lungomare Dante.

Umiliazioni su umiliazioni. Violenza su violenza. Un incubo per l’anziano novantenne che andava avanti da chissà quanto tempo.

Colta sul fatto la badante non ha mostrato il minimo segnale di pentimento. Dopo l’intervento di una volante del commissariato, la badante è stata licenziata in tronco e allontanata dall’appartamento dei due anziani coniugi. Poco dopo le due donne hanno presentato denuncia, rivelando che non si tratterebbe del primo episodio di maltrattamenti: alcune settimane fa l’uomo è stato legato al letto mani e piedi.