Sassari, studente 14enne travolto e ucciso da bus

Nel riquadro la vittima, Antonio Meloni.

Tragedia a Ittiri, in provincia di Sassari.

Un giovane di 14 anni, Antonio Meloni, è stato investito e ucciso da un’autobus dell’ARST, Azienda Regionale Sarda Trasporti.

Il giovane che frequentava il Liceo Scientifico ‘Giovanni Spano’ a Sassari – come si apprende da Ansa.it – stava attendendo il bus nel piazzale antistante al cimitero per andare a scuola.

Una volta che l’autobus è arrivato, il 14enne, insieme agli altri, ha cominciato a corrergli a fianco così da salire prima degli altri e sedersi in un posto migliore.

Nella calca, però, stando alla ricostruzione diffusa dai Carabinieri, il 14enne si sarebbe impigliato tra le ruote centrali del mezzo ed è stato, quindi, travolto.

Vista la scena, i ragazzi hanno cominciato a battere sull’autobus e il conducente si è fermato immediatamente.

Per il ragazzo, però, non c’è stato nulla da fare, nonostante l’arrivo tempestivo dei soccorsi.

Sotto shock i ragazzi e l’autista (con esperienza decennale).

La vittima era il figlio di un geometra molto conosciuto a Ittiri, comune di circa 8500 abitanti.

Il direttore generale di ARST, Carlo Poledrini, ha dichiarato: “Riteniamo si sia trattato di una fatalità, ma la dinamica esatta dell’incidente verrà stabilita dalle autorità e non facciamo alcuna supposizione. Esprimiamo la nostra vicinanza e il nostro cordoglio alla famiglia“.

Avviata, infatti, un’indagine interna dell’ARST che affiancherà a quella della Polizia.

Su LaNuovaSardegna.it, comunque, si legge che “dall’inizio dell’anno scolastico, secondo il racconto degli studenti, i pullman viaggerebbero sempre stracarichi e molti, pur di trovare un posto a sedere, ogni mattina correrebbero accanto al mezzo in fase di arrivo nel piazzale“.