Scatola nera e RC Auto: tutto quello che c’è da sapere al riguardo

Uno dei modi per diminuire i costi della propria polizza assicurativa è installare sul veicolo quella che viene chiamata scatola nera.

Per chi non la conosce, si tratta di un dispositivo mobile che è dotato di rilevatore GPS, che è collegato alla batteria del veicolo ed è in grado di registrare una grossa quantità di dati riguardanti i tragitti, orari, la condotta di guida e molto altro ancora.

È semplice capire che con questo dispositivo installato la compagnia assicurativa può avere accesso ai dati riguardanti la guida di ogni singolo assicurato, verificando in caso di furto, sinistro o altro genere di problematica.

L’installazione di questo dispositivo è effettuata a spese dell’assicurazione presso un elettrauto convenzionato, e la procedura è completata in poche ore, tempo di collegare il dispositivo e verificare che il segnale GPS funzioni a dovere.

Come accennato, le polizze rc auto legate all’installazione della scatola nera sono un metodo efficace per abbattere i costi della responsabilità civile, come quelle proposte da Genertel, azienda leader nel campo delle assicurazioni online  che mette a disposizione soluzioni competitive e in grado di venire incontro alle esigenze di ogni genere di guidatore, grazie a proposte flessibili e facili da sottoscrivere.

I vantaggi derivanti dall’installazione della scatola nera non riguardano solo gli sconti al premio assicurativo, ma anche la tracciabilità del veicolo 24 ore su 24 per localizzarlo in caso di furto, richiedere un intervento tempestivo del carro attrezzi, ricostruire la dinamica di incidenti dubbiosi o contestare delle multe impropriamente addebitate.

Gli svantaggi di questo dispositivo sono riconducibili al maggior consumo della batteria della vettura e una scarsa comprensibilità, per il cliente, dei dati che sono rilevati dal sistema.

Entrando nel dettaglio dell’operatività della scatola nera, il sistema è in grado di registrare come prima cosa la localizzazione geografica attraverso GPS, compresi tempi di marcia e quelli in cui il veicolo rimane fermo in sosta.

In caso d’incidente, è rilevata la data e ora in cui è avvenuto il sinistro, il tipo di collisione avvenuta, l’accelerazione massima, il luogo e l’ultima velocità rilevata non che accelerazioni e decelerazioni effettuate.

Queste informazioni sono rilevate e conservate in un apposito database, da parte delle società che gestiscono tali sistemi, in modo che le compagnie assicurative possano accedere allo storico dati in caso di necessità.

Con l’approvazione del DDL Concorrenza tutte le compagnie assicurative che propongono delle polizze che prevedono l’installazione della scatola nera devono proporre una scontistica sulla parte rc auto e su quella riguardante il furto.