Schiaffi, insulti e anziani legati al letto in una casa di riposo. 4 arresti

Schiaffi, insulti e maltrattamenti di ogni genere scandivano la giornata degli anziani che vivevano in una casa di riposo, che richiedeva persino una esosa rendita mensile.

Per fortuna, tutto ciò è stato interrotto dai Carabinieri che hanno arrestato il gestore e tre dipendenti della struttura.

Il fattaccio è avvenuto in Sicilia, a Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani.

Se qualche ospite tentava di ribellarsi o confidava di voler denunciare ai propri familiari le violenze subite ad opera dei suoi aguzzini – hanno spiegato gli inquirenti – questi ultimi aumentavano la razione quotidiana per non perdere il prezioso assegno mensile”.

Gli arrestati dovranno rispondere di vari reati: “sequestro di persona aggravato in concorso, violenza privata pluriaggravata continuata in concorso e maltrattamenti aggravati contro familiari e conviventi in concorso“.

Gli investigatori hanno raccontato che “le vittime che catalizzavano maggiormente le violente attenzioni degli arrestati erano principalmente tre, ma a ricevere con maggiore costanza le angherie degli operatori, con atteggiamenti di quotidiana e inumana violenza, era in particolare una anziana 90enne, già in precarie condizioni di salute”.

Quest’ultima, infatti, veniva costantemente vincolata al letto mediante le maniche del proprio pigiama in modo da impedirle ogni movimento, notte compresa.

La struttura è stata affidata a un amministratore giudiziario, nominato dalla Procura della Repubblica.

IL VIDEO: