Sciame sismico al Nord Italia. Evacuata fabbrica di Luxoticca

Tre scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 3.4, 2.6 e 3.1 sono state avvertite in provincia di Belluno, al confine tra il Veneto e il Trentino Alto Adige.

La scossa più forte, quella di magnitudo 3.4, avvenuta alle 14.22, ha avuto come epicentro Voltago Agordino ed è durata 46 secondi. Profondità: 9 chilometri.

L’epicentro della scossa più forte.

La seconda, invece, successa quattro minuti più tardi, ha avuto come epicentro Taibon Agordino e ha avuto una durata di 24 secondi con una profondità di 6 chilometri.

L’epicentro della terza scossa, accaduta alle 14.30, è stata nuovamente Voltago Agordino, comune con poco più di 800 abitanti, ed è durata 28 secondi con una profondità di 10 chilometri.

Al momento della prima scossa, è stata evacuata la fabbrica di Luxottica, ad Agordo.

Molte le telefonate giunte alla sala operativa del 115. Non sono stati segnalati danni a persone o cose.