Sciopero portavalori, prelievi dai bancomat a rischio 1 e 2 agosto

Potrebbero non esserci contati a sufficienza per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

Problemi in arrivo per i prelievi al bancomat. Nelle giornate dell’1 e del 2 agosto i cittadini italiani che si recheranno allo sportello bancomat per un prelievo potrebbero trovare una brutta sorpresa e rimanere all’asciutto.

Per quei giorni, infatti, è stato indetto lo sciopero dei portavalori (addetti alla vigilanza privata o anche ai servizi fiduciari). L’obiettivo è quello di ottenere il rinnovo del contratto scaduto nel 2015. Sul tavolo delle trattazioni gli incrementi salariali, l’orario di lavoro, la sicurezza e la classificazione del personale.

24enne pensava che una macchia attorno all’occhio fosse un brufolo ma era un tumore

In quei giorni, quindi, le banche potrebbero non avere la copertura sufficiente per i prelievi che, quindi, potrebbero risultare impossibili da effettuare. Il prelievo in contanti potrebbe non essere disponibile anche in filiale. Ad avere problemi potrebbero essere anche gli anziani il cui accredito della pensione avviene il primo del mese. Tuttavia le banche si stanno organizzando per ridurre al minimo i disagi.

Il negoziato avviato ormai da più di 3 anni – ha spiegato in una nota la Fisascat Cicl – non ha ancora sciolto i nodi in ordine a incremento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale e salute e sicurezza, temi sui quali i sindacati hanno presentato una concreta proposta di riforma. Ulteriori distanze si sono registrate negli ultimi incontri sul tema dell’orario di lavoro. I sindacati hanno respinto fermamente le proposte articolate dalle imprese volte per lo più alla definizione di un sistema orario flessibile, privo di regole, ad appannaggio esclusivo imprenditoriale“.

Indossi le scarpe senza calze? Ecco cosa rischiano i tuoi piedi!