A scuola di televendite con Wanna Marchi? Anzi, no…

Chi meglio di Wanna Marchi potrebbe insegnare la comunicazione delle televendite agli studenti universitari?

Già, perché la 75enne emiliana era stata scelta dall’Istituto Paritario Volta di Milano per tenere una lezione alla settimana in videoconferenza.

Sono indubbie, infatti, le “peculiari modalità comunicative” – come recita Wikipedia – della celebre esperta nel settore della televendita.

Certo, nella carriera della Marchi c’è il ‘neo’ della condanna a 9 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta, truffa aggravata e associazione per delinquere finalizzata alla truffa, con la pena finita il settembre del 2015.

Però, lo stile della Marchi è unico e per seguirla si sarebbe dovuta sborsare una somma compresa fra le 100 e le 200 euro al mese.

Come si apprende da TgCom.it, i dettagli dell’incarico sarebbero stati discussi a breve tra la donna e il direttore generale dell’Istituto, Fabrizio Tittozzi.

Tittozzi aveva spiegato che Wanna Marchi “nel suo campo è una fuoriclasse e assieme alla figlia ha fatto la storia della televisione” e, pertanto, “è una persona che può insegnare qualcosa di importante, soprattutto a chi opera nel settore delle vendite“.

Però, contattato da Repubblica, c’è stato il dietrofront: “Valutando quello che si porta dietro, noi come scuola l’abbiamo ritenuta inopportuna”.

Giusto così?