Focaccia genovese, la ricetta tradizionale e completa

Come preparare a casa una delle delizie della gastronomia italiana.

La Liguria è nota in tutto il mondo per il suo mare fantastico, per i paesaggi finacheggiati dai muretti e per delizie come la focaccia genovese. Chi la ama, sa bene che non bisogna per forza acquistarla. Si può infatti preparare in casa. Scopriamo assieme la ricetta completa nelle prossime righe.

Ingredienti

Le quantità che stiamo per elencare, vanno benissimo per la preparazione di una focaccia in una teglia dalle misure pari a 30 x 35.

  • 350 grammi circa di farina di manitoba
  • 150 grammi di farina tipo 0
  • 300 ml di acqua (attenzione, deve essere a temperatura ambiente)
  • 1 cucchiaio di lievito di birra secca
  • 30 ml di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaio di miele
  • 10 grammi di sale fino

Ecco, invece, gli ingredienti necessari alla preparazione della salamoia

  • 120 ml d’acqua
  • Un paio di cucchiai di olio d’oliva
  • Sale fino q.b.
  • Sale grosso q.b

LEGGI ANCHE: Panettone, la ricetta tradizionale del dolce natalizio più famoso

Svolgimento

La preparazione della focaccia genovese inizia unendo 100 grammi di farina – bisogna prendere sia quella di manitoba, sia quella di tipo 0 – e 60 grammi d’acqua. Dopo aver aggiunto anche il lievito, si inizia a impastare a mano fino a quando non si ottiene una pallina, sulla cui superficie bisogna incidere una croce.

A questo punto, la si mette in una ciotola e la si lascia lievitare a 26° C in forno spento per massimo due ore. Una volta trascorso questo lasso di tempo, la cosiddetta biga avrà raddoppiato il suo volume.

Nella ciotola, si deve aggiungere la farina rimanente, l’acqua e un po’ di miele. Il passo successivo prevede il fatto di impastare a mano fino ad amalgamare alla perfezione tutti gli ingredienti. Lo step successivo prevede il fatto di iniziare ad aggiungere l’olio piano piano, iniziando a incordare. In 5 minuti, l’impasto della focaccia genovese diventerà elastico e comincerà a staccarsi dalle pareti.

A questo punto, si aggiunge il sale e si forma una palla. Quest’ultima, deve essere coperta con una pellicola e lasciata lievitare per circa 3 ore a 26°. Per rendersi conto del risultato sperato, ricordiamo che l’impasto deve triplicare di volume.

Per preparare subito la focaccia, si rovescia l’impasto su un piano di lavoro, si forma una palla e la si lascia riposare dieci minuti. Una volta trascorso questo lasso di tempo, la si stende con un mattarello e la si lascia lievitare per 40 minuti.

Dopo questo passaggio, si procede la si stende ulteriormente in modo da farla arrivare ai bordi e la si fa lievitare per un’ora. A questo punto, si fanno i buchi sull’impasto, possibilmente con le unghie corte. Dopo aver preparato la salamoia, la si versa sopra la focaccia e si lascia lievitare il tutto per un’altra ora. Si aggiunge un filo d’olio, una spolverata di sale grosso e si fa cuocere a 250°C per una ventina di minuti.

LEGGI ANCHE: Le regole per una pizza che non ‘pesi’ sullo stomaco