“Seduta sospesa perché c’è Inter – Juve”, bufera nel Parlamento siciliano

Seduta del Parlamento Regionale sospesa per permettere ai deputati di assistere alla partita tra Inter – Juventus.

È questa la motivazione che il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, Gianfranco Miccichè, tifoso della Juventus, ha fornito ai deputati presenti in aula ieri – venerdì 27 aprile – sulla motivazione di sospendere la seduta.

Ma, con il sorriso scolpito sulla faccia, il presidente dell’Ars (nonché commissario di Forza Italia in Sicilia, ha detto: “Direi di sospendere alle 8, ho promesso a Cracolici (deputato regionale del Partito Democratico, n.d.r.) che potrà vedere la partita. Sapete, lui è interista e solo con una Juve così può sperare di vincere“, proponendo altresì di rinviare i lavori a domani.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, però, non ha approvato la richiesta, chiedendo di “andare avanti o oltranza o almeno fino alle 22“, visto la delicatezza del tema affrontato, ovvero l’approvazione della finanziaria.

Critico il Movimento Cinque Stelle: “È inaccettabile fermare l’aula per una partita mentre la Sicilia affonda“, ha detto la deputata Valentina Zafarana.

La replica di Micciché – come si legge su Mediagol.it – non si è fatta attendere: “Rispondendo al presidente della Regione, che mi aveva chiesto di far procedere i lavori d’aula fino alle 22, ho precisato che avevo preso un impegno con i deputati: staccare oggi alle ore 20 e riprendere domani alle ore 12, per consentire loro, e in particolar modo a chi abita molto lontano, di trascorrere il sabato sera in famiglia. Mi sono permesso, avendo di fronte l’onorevole Cracolici, di fare una battuta per distendere il generale clima di stanchezza“.

La seduta, comunque, è stata aggiornata a oggi, alle 12.

E di certo Micciché avrà un sorriso ancora più smagliante, visto il successo rocambolesco della Juventus.

IL VIDEO:

In aula è anche scoppiata la polemica, con la contro-replica di Miccichè: