Selfie con la salma di Maradona: licenziato impiegato (FOTO)

La notizia è stata diffusa dalla testata La Nacion.

Come reso noto inizialmente dalla testata argentina La Nacion, tre dipendenti dell’impresa di pompe funebri Pinier si sono fatti un selfie accanto alla bara aperta di Diego Armando Maradona, venuto a mancare a neanche un mesedal suo 60esimo compleanno mercoledì 25 novembre 2020.

Il dipendente licenziato

Diego Molina: questo è il nome del dipendente dell’impresa di pompe funebri incaricata di occuparsi dei funerali del Pibe de Oro che si è macchiato di quella che Matias Morla, avvocato della famiglia del campione, ha definito un’aberrazione.

L’uomo è stato licenziato e Morla si è dichiarato pronto a portarlo in tribunale. Gli scatti, diffusi dai media argentini, sono stati effettuati in occasione del trasporto della salma dell’ex stella del Napoli dall’abitazione dove il decesso è avvenuto fino alla Casa Rosada, luogo dove si è riversata una folla immensa di fan sconsolati per rendere omaggio al grande campione.

LEGGI ANCHE: Seppelliscono il nonno senza le pompe funebri: i becchini lo dissotterrano

Secondo la versione dei fatti fornita dall’impresa di pompe funebri, realtà a conduzione familiare, le foto sarebbero state scattate in un momento in cui i tre uomini sono rimasti soli in quanto gli addetti della Pinier erano impegnati per accordarsi con la polizia in merito al percorso di trasporto della salma fino al palazzo presidenziale.

È una cosa che non avremmo mai pensato potesse accadere.

Queste sono solo alcune delle parole della dichiarazione ufficiale rilasciata alla stampa argentina da parte dei rappresentanti della Pinier. Un nodo che attende ancora risposta riguarda il modo in cui i tre sono riusciti a introdurre gli smartphone nella sala di preparazione della salma, contravvenendo a un’imposizione della famiglia del campione.

LEGGI ANCHE: Chi sono i figli di Diego Armando Maradona?