Sente le voci e si cava gli occhi davanti alla chiesa

Va davanti a una chiesa e si cava gli occhi con le sue stesse mani.

È successo negli Stati Uniti d’America il 6 febbraio scorso.

Autrice del folle gesto è la 20enne Kaylee Muthart, originaria di Anderson, South Carolina.

Stando a quanto raccontato da People Magazine, la ragazza ha ‘seguito’ una voce nella testa che le ha chiesto un sacrificio per guadagnarsi il paradiso. Così, dopo aver presto la metanfetamina (una variante più potente delle anfetamine, che già consumava da 6 mesi) si è tolta gli occhi.

La madre della 20enne ha provato a soccorrere la ragazza dopo che ha sentito le sue urla.

La ragazza, in preda alle allucinazioni, aveva in mano un bulbo oculare. Inutile, però, ogni tentativo di avvicinarsi a Kaylee per via della sua aggressività e, prima dell’arrivo dei paramedici, si è strappata dall’orbita anche l’altro occhio.

La ragazza e la chiesa dov’è avvenuta la tragedia.

Una volta giunti sul posto, i soccorritori sono riusciti a calmarla e l’hanno trasferita in ospedale, con un volo d’urgenza.

Ora è completamente cieca ma non è in pericolo di vita e si appresta ad entrare in una clinica di riabilitazione.

La madre della ragazza, Katy Tompkins, ha scelto di diffondere questa tragica storia per sensibilizzare i giovani dall’uso delle droghe.

Inoltre, la famiglia ha avviato una raccolta fondi online per raccogliere i soldi necessari a donare a Kaylee un cane guida.