Sequestrati 66 scooter rubati in centro di accoglienza migranti

È successo a Marano Di Napoli. Indagini in corso.

A Bologna un carabiniere è stato sorpreso mentre rubava in un negozio

A Marano Di Napoli, comune di 60mila abitanti della città metropolitana di Napoli, sono stati scoperti 66 scooter, di cui 14 risultati rubati e i restanti 52 non identificabili perché senza targa e telaio.

I mezzi si trovavano nei parcheggi di due cooperative di accoglienza dei migranti e, come si apprende da Fanpage.it, verosimilmente venivano utilizzati da qualcuno dei 281 richiedenti asilo ositi delle strutture.

A fare la scoperta sono stati i Carabinieri della Compagnia di Marano e della stazione di Calvizzano, nell’ambito di un controllo delle aree di pertinenza di due cooperative della provincia napoletana.

Tutti gli scooter presenti nel parcheggio sono funzionanti, pronti per l’uso.

I militari hanno anche sequestrato pezzi di carrozzeria abbandonati e parti di biciclette, smontate per recuperarne i pezzi di ricambio, ragione per cui si pensa che siano provenienti da furti.

Indagini in corso per accertare la provenienza degli scooter e gli inquirenti non escludono che l’area fosse diventata un ‘deposito’ usata da una banda di ladri per nasconderli.

Tuttavia, parte degli scooter sarebbero stati usati da alcuni ospiti del centro. Perciò, resta da capire se siano stati comprati dai ladri oppure siano stati loro stessi a rubarli.

Leggi anche: Napoli paralizzata per il matrimonio di Tony Colombo.