Sergio Volpini: chi è, età, Grande Fratello Vip, Instagram

Scopriamo qualcosa di più sul famoso ‘ottusangolo’ della prima edizione del Grande Fratello.

Al Grande Fratello Vip, targato Alfonso Signorini, ci sarà anche Sergio Volpini, noto per avere partecipato alla prima edizione storica del reality show che ha rivoluzionato la televisione italiana e non solo.

Chi è Sergio Volpini

Un uomo chiamato ‘ottusangolo’. Con questo mitico soprannome, creato da Marco Santin della Gialappa’s band, ormai 20 anni fa, è uscito e rientra nella casa del Grande Fratello, questa volta da Vip, Sergio Volpini, ovvero uno dei reduci della primissima edizione, rimasta nella storia della tv.

Sergio è nato ad Ancona il 20 gennaio del 1975. Quando è entrato al Grande Rratello era un pubblicitario. Poi si è trasferito all’estero. Non si sa cosa abbia fatto in questi ultimi anni e poco ci importa. Quello che tutti attendiamo è il ritorno dei suoi lunghi ragionamenti senza capo o coda e che ci faccia tornare a ridere ma in modo sincero, come faceva un tempo.

LEGGI ANCHE: Cristina Plevani: “Ecco com’era il primo Grande Fratello”.

Sergio Volpini

Per partecipare al Grande Fratello Vip sta tornando in Italia. Solo per noi, il pubblico. Rimettendosi in prima fila, anche se quasi irriconoscibile con quella barba che ora evidenzia un signore di 45 anni e non più il venticinquenne di un tempo.

Siamo tutti in fibrillazione. Dalla sua parte Cristina Plevani, la vincitrice della prima edizione, che, da esclusa alla partecipazione, ha dichiarato che tiferà per lui.

SERGIO VOLPINI SU INSTAGRAM

Intanto, è tempo di arricchire di follower il suo profilo Instagram, collegato con Tik Tok da qualche giorno. Qui il suo profilo. Al momento non arriva a 500 follower ma siamo sicuri che crescerà (e di tanto) nei prossimi giorni.

Infine, a proposito del suo soprannome, nell’ottobre scorso, durante una lezione all’Università Cattolica organizzata per il 20° anniversario del reality, Sergio Volpini ha detto: «Le ho provate tutte per farmi dimenticare come Ottusangolo. Nel 2010 me ne sono andato a lavorare all’estero, era l’unica chance per tornare a essere uno sconosciuto. Ma dopo dieci anni sono rientrato in Italia e vedo che è rimasto tutto uguale. Sono destinato a morire Ottusangolo, non c’è niente da fare».

LEGGI ANCHE: Brasiliano adotta 42 bambini disabili.