Sfrattato da casa muore sul pianerottolo. La bara resta lì per 2 giorni

Dramma della disperazione a Palermo.

Un 58enne è stato trovato morto all’ultimo piano di un palazzo. Venerdì scorso era stato sfrattato e la sua bara è rimasta per due giorni sul pianerottolo.

La storia è raccontata dalla giornalista Rosaura Bonfardino su PalermoToday.it.

L’uomo, disoccupato e alcolista, dopo la morte della madre viveva da solo. Da più di un anno e mezzo non pagava l’affitto.

Venerdì scorso – 23 febbraio – c’è stato l’intervento dell’ufficiale giudiziario per rendere operativo lo sfratto.

L’uomo, non sapendo dove andare a vivere, si è rifugiato all’ultimo piano, dove non ci sono appartamenti ma solo l’uscita sul terrazzo.

Il 58enne è stato trovato dall’inquilina del settimo piano, chino su se stesso, con un forte odore di alcol addosso.

Pensando che stesse male, la vicina di casa chiama gli altri residenti. L’uomo, però, era morto.

Ma non finisce qui. Perché la bara dell’uomo è rimasta per due giorni sul pianerottolo, generando legittimi malumori da parte dei residenti.

Solo ieri mattina – martedì 27 febbraio – la tomba è stata portata via.