Shock a Rimini. In casa di pedofilo dossier su Yara Gambirasio

Un’inquietante scoperta è avvenuta in un appartamento a Rimini dopo il blitz della Polizia.

Gli agenti, infatti, hanno rinvenuto filastrocche oscene e un dossier di 40 pagine su Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate uccisa nel novembre del 2010.

Oltre a tale documentazione shock, la Polizia ha trovato anche tanti video pedopornografici, con bambini maltrattati e stuprati.

Tutto questo si trovava nell’appartamento di un uomo di 53 anni, trasferito immediatamente nel carcere Cassetti di Rimini in una zona protetta e lontana dagli altri detenuti.

Nel PC dell’uomo i poliziotti hanno rinvenuto alcuni file con canzoni blasfeme contro Yara Gambirasio.

Gli investigatori, scioccati per quello che hanno trovato, sono al lavoro per accertare se dietro quel materiale ci sia un traffico di materiale pedopornografico tra l’uomo e altri pedofili.

Insomma, si teme che ci sia stato uno scambio di file pedopornografici e violenti.

Per questo motivo non sono state diffuse le generalità dell’uomo cosicché il riserbo possa aiutare gli investigatori a trovare altri pedofili.