Si schianta aereo di linea con 66 persone a bordo

A una settimana di distanza dall’aereo di linea russo che si è schiantato nei pressi di Mosca, causando la morte di 71 persone, diamo notizia di un altro disastro.

Stavolta ha riguardato un aereo di linea iraniano che si è schiantato stamane – domenica 18 febbraio – nel sud ovest dell’Iran, con 66 passeggeri a bordo.

Non vi sarebbero superstiti e i rottami del velivolo, un ATR 72, non sarebbero ancora stati trovati.

L’aereo, che viaggiava da Teheran verso la città sud-occidentale di Yasouji, “si è schiantato nella zona di Samirom“, circa 480 chilometri a sud di Teheran, e “tutti i servizi di emergenza sono in allerta“. Così hanno riferito le agenzie di stampa ISNA e FARS, citando Pirhossein Koolovand, responsabile di emergenza nazionale.

L’aereo è scomparso dai radar poco dopo il decollo.

Una volta scattato l’allarme, un elicottero ha cercato di raggiungere la zona dello schianto ma non è riuscito ad atterrare a causa delle proibitive condizioni del tempo.

Non sono ancora note le cause dell’incidente aereo.

In Iran disastri del genere non sono rari, perché la flotta di aerei del Paesi è obsoleta, a causa anche delle dure sanzioni internazionali contro Teheran. Il governo iraniano, per di più, non ha firmato accordi con Airbus e Boeing per avere nuovi velivoli.