Sigarette e gioco d’azzardo più cari per il reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza, il punto principale del programma politico – economico del Movimento Cinque Stelle, ha i suoi costi. E per finanziarlo il governo sta pensando anche di ricavare entrate dal fumo e dal gioco d’azzardo.

Dal 2019, infatti, sono previsti rincari sia per le sigarette, i sigari e il tabacco trinciato che per la tassazione sulle scommesse (gratta e vinci, lotto, superenalotto, e compagnia bella).

I rincari sono contenuti nella manovra finanziaria del 23 ottobre e sono racchiusi in uno dei 73 articoli he compongono la legge di bilancio.

[button-blue url=”http://www.cronacasocial.com/reddito-di-cittadinanza-del-m5s-cose-i-requisiti-e-gli-obblighi/” target=”_blank” position=”center”]Reddito di cittadinanza del M5S: cos’è, i requisiti e gli obblighi[/button-blue]

I soldi ricavati, quindi, rimpingueranno il capitolo dei nove miliardi di euro, da cui si attingerà per pagare il reddito di cittadinanza a chi ne avrà diritto. e per adeguare i centri per l’impiego.

Sarà, invece, ridotto il Canone Rai che gli italiani pagano insieme alla bolletta per il consumo dell’energia elettrica.

La legge prevede anche la volontà di tagliare l’IRES (Imposta sul Reddito delle Società) e l’introduzione della flat tax per i lavoratori autonomi, nonché le assunzioni nella Pubblica Amministrazione, il rinnovo dei bonus casa, e misure per aiutare Genova dopo il crollo del ponte Morandi.