Sigarette, governo pensa all’aumento. Ecco quanto potrebbe costare un pacchetto

sigarette soldi

Si potrebbe prospettare all’orizzonte un nuovo aumento del costo del pacchetto di sigarette.

La proposta è stata preannunciata dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Tassa sul fumo? – ha detto il Ministro – Era una proposta che abbiamo fatto lo scorso anno per avere risorse per le terapie contro il cancro, ma che rimane valida sempre“.

In pratica, l’intenzione del governo – come riportato da vari quotidiani, tra cui Repubblica –  è una tassa aggiuntiva che andrebbe a gravare su ogni sigaretta, facendo aumentare il prezzo di un pacchetto di venti centesimi di euro.

Tale proposta (bocciata lo scorso anno dall’ex premier Matteo Renzi) potrebbe diventare realtà nella nuova legge di stabilità che si prefiggerà lo scopo di finanziare il Sistema Sanitario Nazionale.

L’aumento potrebbe riguardare non solo i pacchetti di sigarette ma anche i sigari e il tabacco da pipa.

Se la nuova tassa dovesse andare in porto, potrebbe fruttare allo Stato un cifra che va dai 700 ai 750 milioni di euro in più all’anno, anche se non è detto si possa trattare di un gettito reale. La cifra deriva dal fatto che circa 10 milioni di fumatori italiani consumano in media un pacchetto al giorno, cioè 3,6 miliardi di pacchetti all’ anno.

Sì, perché i fumatori potrebbero anche optare per surrogati più economici oppure decidere di smettere (e non sarebbe una cosa malvagia per la salute propria e quella degli altri).