Silvia Romano convertita all’Islam, lo confermano fonti investigative

La ragazza potrebbe essersi convertita “per una situazione psicologica” legata a quanto passato negli ultimi 18 mesi.

Silvia Romano, appena sbarcata dall’aereo che l’ha portata dalla Somalia all’Italia, ha detto: «Sto bene per fortuna, fisicamente e mentalmente. Ora voglio solo passare tanto tempo con la mia famiglia. Sono felicissima dopo tanto tempo di essere tornata, grazie».

La ragazza, che è stata in prigionia per 18 lunghi mesi, è scesa dalla scaletta con addosso una tunica verde islamica, accolta dal premier Giuseppe Conte, dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, dalla madre e dalla sorella.

A proposito della conversione all’Islam di Silvia, fonti investigative non solo hanno confermato l’ipotesi che circolava già da alcune ore ma non hanno neanche escluso che possa «trattarsi di una situazione psicologica legata al contesto in cui la ragazza ha vissuto in questi 18 mesi, non necessariamente destinata a durare nel tempo. Ci sono stati altri casi in passato».

La stessa ragazza, subito dopo la liberazione avvenuta ieri, avrebbe fatto riferimento alla sua conversione alla religione musulmana ma non avrebbe dato ulteriori indicazioni: «Prima ne voglio parlare con la mia famiglia», avrebbe detto.

Comunque, Silvia Romano chiarirà questo e tanti altriaspetti al Pm della Procura di Roma, Sergio Colaiocco, e agli ufficiali dell’antiterrorismo del Raggruppamento operativo dell’Arma che in questi mesi hanno svolto le indagini. Gli inquirenti, inoltre, accerteranno se sia stato pagato o meno un riscatto in cambio della libertà della giovane cooperante.

LEGGI ANCHE: Silvia Romano è arrivata in Italia.