Silvia Romano, per Sgarbi andrebbe arrestata per concorso esterno in terrorismo

Il politico ferrarese ha affermato che la giovane cooperante dovrebbe essere arrestata.

Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi

La liberazione di Silvia Romano, che è ormai tornata nella sua casa milanese al Casoretto, è finita al centro di un caso che, purtroppo, riguarda l’odio online. Odio che si è riversato sulla giovane cooperante soprattutto per la sua dichiarata conversione all’Islam. Sotto la lente dei pm di Milano, in queste ore sono finiti tantissimi post social.

Tra questi, è possibile citare i contenuti pubblicati da Vittorio Sgarbi. Il critico d’arte e politico, finito al centro dell’attenzione mediatica qualche mese fa anche per alcuni video profondamente critici nei confronti delle procedure di lockdown per l’emergenza Coronavirus, ha affermato che la ragazza dovrebbe essere arrestata per concorso esterno in terrorismo.

LEGGI ANCHE: Silvia Romano, Al Shabaab: “Cosa faremo con i soldi del riscatto”

Successivamente, dal suo profilo di Facebook, Sgarbi ha sottolineato che, a suo avviso, il chador è un’offesa alla dignità della donna. Il critico d’arte e onorevole si è scagliato pesantemente anche contro Andrea Scanzi, che ha criticato le sue posizioni sul caso Silvia Romano.

Secondo quanto rivelato sulle pagine di TGCOM, la stessa Silvia Romano avrebbe fatto riferimento alle parole di Sgarbi nel corso dell’audizione con il capo del pool antiterrorismo. I suoi post, come già ricordato sono sotto la lente dei pm che, in queste ore, stanno indagando sulle minacce che la giovane ha ricevuto.

LEGGI ANCHE: Silvia Romano è una vittima: “Ecco con chi dovete prendervela”

La reazione di Sgarbi

La reazione di Sgarbi non si è fatta attendere. Il politico ferrarese ha specificato di avere intenzione di presentare un’interrogazione parlamentare in quanto, a suo avviso, sarebbe stata lesa la libertà di espressione garantita dalla Costituzione.

Commentando gli attacchi da parte del consigliere della provincia autonoma di Trento Alex Marini (facente parte del Gruppo Misto), Sgarbi lo ha invitato a spiegare come mai vive nelle case popolari nonostante l’indennità mensile da consigliere.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, esposto contro Sgarbi: “Dà notizie false”