Sinisa Mihajlovic e il videomessaggio per la sua squadra

Prima della partita contro il Real Madrid, nello stadio è stato mostrato la clip che l’allenatore ha girato per dire alla sua squadra che sta bene.

Bolognas head coach Mr. Sinisa Mihajlovic during the italian serie A soccer match Bologna Fc vs Lazio Ss at "Dall'Ara" stadium in Bologna, Italy, 6 October 2019. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Questa volta non c’era, almeno non fisicamente. Sinisa Mihajlovic non era seduto sulla panchina ieri sera durante il match tra il suo Bologna e il Real Madrid. Soltanto 24 ore prima era stato dimesso dall’ospedale Sant’Orsola dove sta lottando contro la leucemia. Tuttavia non ha voluto far mancare il suo sostegno alla squadra e così, prima del fischio d’inizio, il maxischermo dello stadio Renato Dall’Ara ha mandato in onda un video del mister.

Aspettate un po’ ragazzi – ha detto il ct – che volevo salutarvi anche io. Mi dispiace non essere lì con voi, sono uscito dall’ospedale ieri e avevo tanta voglia di andare a casa e di vedere mia moglie e i miei figli”.

Martedì mattina, infatti, Mihajlovic è stato dimesso dopo aver terminato il secondo ciclo di chemioterapia e dopo che dopo che gli ultimi esami hanno confermato che i valori ematici sono in linea con le aspettative dei medici. A prenderlo c’era la moglie e i due si sono subiti diretti a casa.

Credo mi scuserete – ha continuato il Mister – per questo ma volevo ringraziare tutti voi, tutti i tifosi del Bologna, tutta la società, per tutto quello che avete fatto per me, per tutti i momenti nei quali mi siete stati vicini, mi avete dato tanta forza. Questo è un mio momento particolare, dove sto lottando contro una malattia, sono sicuro che sta andando bene e sono sicuro che alla fine vincerò, grazie a voi e grazie all’amore della mia famiglia”.

Poi il suo pensiero è andato agli avversari: “Volevo anche salutare i ragazzi del Real Madrid, ringraziarli per essere venuti a festeggiare i nostri 110 anni che devono essere un orgoglio per tutti i bolognesi; uno speciale saluto ai miei fratelli Karembeu e Seedorf, vi voglio bene ragazzi”. Infine Mihajlovic si è rivolto a Di Vaio: “Due parole a Marco, vi dovete fare valere e non dovete fare cazzate, dobbiamo cercare di vincere come sempre. Auguri a Bologna e a tutti noi, vi voglio bene”.

VIDEO:

Leggi anche: Massimo Boldi ha trovato l’amore.

Da SaluteLab: Verruche plantari, cosa sono e rimedi casalinghi.