Skylar a 5 anni muore di Coronavirus: prima bimba nel Michigan

La causa sembra essere stata una rara complicazione.

Skylar Herbert
Skylar Herbert

Skylar a 5 anni muore di Coronavirus dopo una lotta di circa due settimane. Originaria di Detroit, comincia a star male accusando un forte mal di testa. Il 19 marzo arriva il responso del tampone: positiva al Covid-19. Sarebbe potuta sopravvivere, vista la sua giovane età e l’assenza di malattie pregresse, se non avesse contratto una rara forma di meningite e problemi di natura neurologica.

«Abbiamo deciso di farla estubare, non c’era più modo che migliorasse. I medici ci hanno detto che era sopraggiunta la morte cerebrale. Sapevamo che non sarebbe più tornata da noi»: dichiara LaVondria Herbert, la madre distrutta dal dolore.

Skylar Herbert con i genitori
Skylar Herbert con i genitori

LEGGI ANCHE: Covid19, negli USA è picco di casi e morti ma si torna in spiaggia

Prima della piccola deceduta a causa del Coronavirus a 5 anni, la vittima più giovane dello Stato aveva 20 anni. Questo secondo i dati del Dipartimento della salute e dei servizi umani del Michigan.
Dopo che Skylar viene ricoverata in ospedale, il 3 aprile, sviluppa una meningoencefalite, una rara complicanza del Covid-19 che causa il gonfiore del tessuto cerebrale e una lesione del lobo frontale.

È almeno il secondo esempio nel Michigan in cui si registrano nuove complicazioni. Una donna di 58 anni, in cura per il Coronavirus all’Henry Ford Health System, il mese scorso ha sviluppato un’encefalite necrotizzante acuta. L’International Journal of Infectious Diseases, il 3 aprile, ha riportato un caso di encefalite/meningite in un paziente giapponese.

Dopo il ricovero, sembra che Skylar stia migliorando: si lamenta del mal di testa, ma riesce ad alzarsi autonomamente. Poi, improvvisamente, comincia a cadere, perde il controllo motorio.
Una volta che i medici capiscono la causa del suo peggioramento, le praticano un foro al cervello per drenare il liquido che pressa sul lobo frontale. Il giorno successivo i medici decidono di intubarla e attaccarla al ventilatore.

I primi sintomi non sono quelli tipici del Coronavirus. Il pediatra, inizialmente, le prescrive antibiotici e tanto riposo a casa. «Ha pianto tutta la notte, il mal di testa non la lasciava un attimo»: racconta la madre.

I genitori allora decidono di portarla in ospedale, dove le diagnosticano il Covid-19 e torna a casa perché i sintomi non giustificano il ricovero. Tornano dopo sei ore perché anche il padre comincia ad accusare dei sintomi: fiato corto e tosse. In macchina la bambina, però, comincia a vomitare e ad avere la febbre molto alta. I suoi cari assistono al suo primo attacco.

«Le ho detto ‘Skylar, guarda tuo padre, Skylar, guarda tuo padre’. Passata la crisi l’abbiamo subito portata al pronto soccorso»: racconta il papà di Skylar che a 5 anni muore di Coronavirus. La famiglia non ha idea di come abbia contratto il Covid-19: è stata chiusa in casa per settimane e il padre è risultato negativo al tampone. Vivono, però, in una delle zone maggiormente colpite.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, partorisce mentre è in coma: “Sono un miracolo vivente”.