Cosa succede al nostro corpo quando smettiamo di fumare

Smettere di fumare fa bene a tutto il corpo. Lo conferma uno studio: non è soltanto l’apparato respiratorio a trovare giovamento.

Ecco di seguito l’elenco dei benefici derivanti dallo smettere di fumare.

Dopo soli 20 minuti di astinenza dalle sigarette il battito cardiaco e la pressione sanguigna iniziano a regolarizzarsi: si fa meno fatica a camminare e a correre, diminuisce il rischio di infarto.

Dopo 8 ore il livello di ossigeno nel sangue si normalizza, mentre dopo 24 ore migliorano il senso del gusto e l’olfatto.

Passate 72 ore l’organismo ha espulso tutta la nicotina che era in circolo, e dopo due settimane i polmoni cominciano a funzionare regolarmente. Tanto è vero che, dopo 10 anni di astinenza, il rischio di tumore al polmone torna ad essere pari a quello di chi non ha mai fumato.

sigarette-spiaggia

Inoltre non è da sottovalutare che quando non si fuma i denti sono più bianchi, l’alito è meno sgradevole, la pelle riacquista lucentezza e tonicità.

Poi non dimentichiamo che quando si smette di fumare, ne traggono giovamento anche le tasche.

Infine c’è un aspetto da non sottovalutare: il fumo è dannoso anche per chi ci sta vicino. E’ stato calcolato che i non fumatori esposti al fumo passivo hanno il 25% in più di possibilità di ammalarsi ai polmoni rispetto a chi non lo è. Se poi sono bambini, aumenta il rischio di bronchiti, polmoniti, asma, otiti e meningiti rispetto ai coetanei che vivono con non fumatori.

Smettere di fumare, dunque, migliora la vita.