Solange: le rivelazioni di Vladimir Luxuria dopo la sua morte

La ex parlamentare ha parlato del sensitivo ai microfoni di Fanpage.

La morte del sensitivo Solange, venuto a mancare nei giorni scorsi a 68 anni, ha scosso profondamente lo spettacolo italiano. A dire la sua in merito alla dipartita di Paolo Buccinelli, trovato senza vita nella sua abitazione di Collesalvetti, ci ha pensato anche Vladimir Luxuria.

Vladimir Luxuria: “Solange trascurato dalla televisione”

Vladimir Luxuria, che poco dopo l’annuncio della morte ha ricordato Solange su Instagram parlando delle sue improvvisazioni poetiche e della sua abitudine di chiamarla “Luxi”, raggiunta dai giornalisti di Fanpage ha affermato che, a suo dire, il sensitivo sarebbe stato trascurato dalla televisione.

Sarebbe voluto andare più spesso in tv. Ma amava anche la sua vita ritirata, in campagna tra le sue galline (…) Era una persona buona, molto diretta che non parlava mai alle spalle. Ed era un grandissimo improvvisatore, bravissimo con le rime, tanto che gli avevo consigliato di proporre questi suoi show in tv. Ci sono rimasta male perché non me lo aspettavo. Non mi aveva mai detto di avere dei problemi fisici, mi sembrava che avesse più dei problemi di umore.

LEGGI ANCHE: È morto il noto sensitivo Solange

Queste alcune delle parole dell’ex onorevole, che ha ricordato anche che, negli ultimi tempi, era solita sentire di meno il sensitivo, riconoscendo che una morte in solitudine è una cosa triste “soprattutto per una persona come lui che conosceva tutti ed era riconosciuta da tutti, pensare a questa morte in solitudine”.

LEGGI ANCHE: Vladimir Luxuria: età, carriera artistica e politica