Sopravvissuto alla Strage di Las Vegas, muore travolto da pirata della strada

Il 1° ottobre 2017, a Las Vegas, un uomo di 64 anni, Stephen Paddock, ha sparato sulla folla che stava assistendo a un concerto, uccidendo 58 persone e ferendone 489.

Tra i i sopravvissuti c’era il 52enne Roy McClellan, originario del Nevada.

L’uomo si trovava tra il pubblico del festival musicale quando Paddock ha deciso di aprire il fuoco, dando luogo alla peggiore carneficina mai avvenuta negli USA.

Come raccontato da Fox News, McClellan ha anche aiutato le vittime, portando in ospedale i feriti.

Roy McClellan
Roy McClellan

Lo scorso 17 novembre, però, non ha potuto sfuggire all’appuntamento con la morte.

McClellan, infatti, è stato travolto e ucciso da un pirata della strada a Pahrump, nei pressi di Las Vegas.

Ma c’è un particolare in più che rende questa storia ancora più inquietante.

Due settimane dopo il massacro di Las Vegas, sono rimasti uccisi in un incidente d’auto in California altri due sopravvissuti: Dennis Carver e la moglie Lorraine.

Una terribile coincidenza che ricorda agli appassionati di cinema la trama di Final Destination.