Sospetto tetano a Torino: la bimba non è stata mai vaccinata

Sta meglio, ma resta in prognosi riservata la bambina di 7 anni ricoverata d’urgenza sabato scorso all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino per un caso sospetto di tetano.

La piccola sta rispondendo bene alle terapie.

Bisognerà comunque aspettare gli esiti delle analisi eseguite alle Molinette nei laboratori di Virologia e Microbiologia per avere la certezza che si tratti di tetano, anche se i sintomi presentati dalla bambina al momento dell’arrivo in ospedale sono tipici di questa malattia.

Tuttavia resta il caso.

Da quanto riportato da La Stampa, la bambina (come pure il fratellino di dieci mesi) non è mai stata vaccinata e non solo contro il tetano. A quanto pare non sarebbe stata sottoposta a nessuno dei vaccini diventati obbligatori con la legge Lorenzin. Tant’è che la famiglia ha ricevuto una convocazione da parte del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città di Torino. Dovranno presentarsi il prossimo 25 ottobre.

Il caso della 7enne ha puntato i riflettori su una situazione alquanto preoccupante per la città piemontese: sono circa 27mila gli under 16 non vaccinati.

La vaccinazione comunque è obbligatoria fin dal 1968 per i bambini e “protegge” per 5 anni. Poi si ripete un richiamo a 6 e uno a 12 anni. Dopo di che diventa facoltativo fare il richiamo ogni 10 anni per mantenere l’immunità.

LEGGI ANCHE: COSA PREVEDE IL DECRETO VACCINI