Spara ai piccioni ma colpisce la finestra del vicino

Voleva solo allontanare i piccioni che volavano intorno a casa sua e che lo stavano infastidendo. Si è giustificato così un uomo di 89 anni che, invece, si è preso una denuncia per danneggiamento, accensione ed esplosioni pericolose.

È accaduto giovedì pomeriggio a Tolentino, in provincia di Macerata. Erano circa le 15 quando l’89enne, esasperato dalla presenza per lui molesta di alcuni piccioni nelle vicinanze della sua abitazione, ha deciso di prendere dei provvedimenti per eliminare il problema che lo stava affliggendo.

Ha imbracciato un una carabina Franchi calibro 22 e ha iniziato a sparare verso i volatili per spaventarli o forse per ucciderli (non è dato sapere quali fossero le sue reali intenzioni). L’uomo ha sparato ben 19 colpi.

Peccato che alcuni abbiano colpito ben altro bersaglio, ovvero l’appartamento del dirimpettaio, frantumando i vetri di una finestra. La ‘vittima’ spaventata e completamente all’oscuro di quello che in realtà era accaduto, ha chiamato il 112.

A nulla sono valse le motivazioni dell’89enne che ha spiegato ai Carabinieri che il suo bersaglio erano i piccioni e non il vicino. I militari lo hanno denunciato e insieme alla carabina hanno sequestrato anche altri tre fucili e numerose cartucce trovate in casa e regolarmente detenuti.