Spara alla moglie e poi si uccide. Malata, non voleva che restasse sola

Altro caso di omicidio – suicidio.

A Torino, in via Coppino, nel quartiere di Borgo Vittoria, un anziano di 90 anni ha sparato alla moglie di 88 anni e si è poi tolto la vita con la stessa arma.

Stando a quanto si apprende da varie testate, i due cadaveri sono stati trovati uno accanto all’altro, seduti su due poltrone.

Sul luogo è intervenuto il 118 che non ha potuto fare altro che constatare la morte della coppia.

Indaga la Polizia.

L’allarme è stato lanciato dai parenti, preoccupanti perché i due anziani non rispondevano al telefono.

Stando a una prima ipotesi sulle cause, la donna, commerciante in pensione, soffriva di Alzheimer e faticava a riconoscere le persone.

Forse per questo motivo il 90enne, ex elettricista, l’ha uccisa: aveva paura che soffrisse e che restasse da sola.