Spara e uccide la moglie e poi si toglie la vita, la coppia non si stava separando

Dramma familiare ad Aprilia, in provincia di Latina.

Ad Aprilia, vicino Latina, sono stati trovati la notte scorsa morti marito e moglie. Sulla vicenda, probabilmente un omicidio – suicidio, stanno indagando i Carabinieri del Comando Provinciale di Latina.

L’uomo di 48 anni, Calogero Cortese, avrebbe sparato alla moglie di 45, Grazia Sicilia, e si sarebbe poi tolto la vita. Da una prima ricostruzione, sembra che il 48enne abbia sparato alla moglie durante una lite.

Si è appreso che la coppia, che si era trasferita da poco ad Aprilia dal comune di Marino, aveva un banco al mercato. Il 48enne, originario di Caltanissetta, al termine di una lite ha esploso tre colpi di pistola, con un revolver calibro 38 regolarmente detenuto, che hanno centrato la donna (anche lei di origine nissena) al torace e si è poi ucciso con un colpo alla testa. Sul posto i carabinieri di Aprilia allertati da una parente che viveva nella stessa casa. Sembra che la coppia non si stesse separando. Da chiarire le cause della lite.

Le due salme sono state trasferite in obitorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne disporrà l’autopsia.

LEGGI ANCHE: Mangia una zucchina coltivata in casa e va in ospedale per avvelenamento.