Sparatoria in un ospedale in Repubblica Ceca: 6 morti

Il killer è scappato ed è ora caccia all’uomo.

Molte persone sono morte questa mattina in una sparatoria in un ospedale della città di Ostrava, nel Nord-Est della Republica Ceca.

Lo ha riferito il ministero dell’Interno locale, citato dall’agenzia Reuters. Secondo alcune fonti di stampa, le vittime sarebbero almeno sei.

Il ministro degli Interni, Jan Hamácek, ha confermato che la sparatoria ha avuto luogo dopo l’irruzione di un uomo armato nell’Ospedale universitario. Il ministro ha detto che sono intervenuti sul posto le Unità speciali di polizia, tra cui i gruppi di dispiegamento rapido ed elicotteri delle forze di sicurezza. L’autore della sparatoria, secondo quanto comunicato al momento, non è stato ancora arrestato e sarebbe in fuga.

La polizia ha chiuso l’ospedale e l’università adiacente. La sparatoria è avvenuto in uno dei reparti ambulatoriali dell’ospedale, subito dopo le 7 del mattino ora locale, secondo CTK.

LEGGI ANCHE: Londra, aggressore accoltella passanti: la polizia lo ha ucciso.

«La polizia sta ricercando il resposnsabile. Chiediamo al collaborazione ai cittadini, e in caso di qualsiasi notizia, preghiamo di contattarci alla linea 158», ha scritto la polizia in una nota.

Il killer è alto e un metro e ottanta, indossa un giubbotto rosso e ha i capelli biondastri.

La polizia sta dando la caccia anche a un secondo uomo: le immagini diffuse in un primo momento, relative a quello che si credeva essere stato l’assalitore che ha ucciso 6 persone e ne ha ferite due gravemente, corrispondevano in realtà ad un «testimone importante» dei fatti.

«Informazione sulla foto: questa persona è un testimone importante ma stiamo cercando un’altra persona. Grazie per la comprensione», hanno segnalato le forze dell’ordine.

Intanto il presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman, ha espresso «le sue più sentite condoglianze» per le vittime.

AGGIORNAMENTO 11.03: L’autore della strage si è sparato.

LEGGI ANCHE: Norvegia, cristiano aggredito da musulmani: “O ti converti all’Islam o muori”.