Sparò a un ladro per difendersi, archiviata l’accusa di omicidio volontario

Teresa De Pascale, GIP di Milano, su richiesta della Procura, ha archiviato l’inchiesta che era stata aperta per omicidio volontario a carico di Franco Siciginano.

Il pensionato di Vaprio D’Adda, in provincia di Milano, nell’ottobre 2015 sparò e uccise un ladro albanese, il 22enne Gjergi Gjoni, che era entrato nella sua abitazione.

La richiesta di archiviazione era stat formulata nel maggio 2016 dai PM, evidenziando la ‘legittima difesa’, a cui si sono opposti i familiari del giovane albanese, chiedendo al GIP nuovi approfondimenti.

Per i legale dei familiari del giovane, non si trattò di legittima difesa ma di omicidio volontario, sostenendo che il 22enne “è stato ucciso sulle scale, fuori dall’abitazione, e poi il proiettile è stato buttato nel soggiorno di casa“.

Il medico legale nominato dai PM, però, ha accertato che la dinamica della morte era compatibile con la versione di Sicignano, che aveva affermato di avere sparato in casa per difendersi.