Spesa al supermercato: sicuri di saperla fare bene? Ecco gli errori più comuni

Siamo sicuri di fare bene la spesa? Soprattutto quando si fanno acquisti nei supermercati, può capitare di fare degli errori. Errori involontari, spesso figli della fretta o del caos che regna sovrano nelle catene della grande distribuzione soprattutto all’ora di punta.

Fra i più comuni vi è quello di non fare attenzione alla data di scadenza dei prodotti acquistati perché si è convinti che più sono grandi i market dove si va a fare la spesa, maggiore è lo smercio dei prodotti. Si tratta di una mezza verità, perché se è vero che è assai difficile trovare merce scaduta, non è raro imbattersi in prodotti che sono vicini alla data di scadenza.

Di solito si trovano nel reparto dedicato alle offerte o in prima fila sullo scaffale della stessa merce, che ha una data di scadenza più lontana. Si tratta di uno stratagemma per invogliare ad acquistarli prima degli altri.

Questo non significa che non siano prodotti buoni. Possiamo comprarli, soprattutto se abbiamo la certezza di consumarli entro brevissimo tempo. Altrimenti meglio acquistare quelli che potranno essere conservati per più tempo. In questa maniera, nel nostro piccolo, avremo contribuito ad evitare inutili sprechi alimentari.

In ultima battuta è bene ricordare una cosa molto importante per quanto riguarda la data di scadenza. C’è infatti differenza fra la dicitura ‘da consumarsi entro il‘ e ‘da consumarsi preferibilmente entro il‘. Nel primo caso il termine è perentorio, nel secondo, invece, abbiamo qualche giorno di autonomia. Da ricordare che alimenti ad alto contenuto di acqua come latte, uova, carni, frutta e verdura non vanno consumati se scaduti perché a rischio contaminazione microbiologica.

Leggi anche: stendi in casa la biancheria? Ecco perché non fa bene alla salute.

Vuoi leggere altre news come questa? Scarica quest’APP, è gratuita!