Sposa arrestata prima del sì, è clandestina

Una donna è stata arrestata ‘a pochi passi’ dall’altare. Il motivo? È clandestina.

È accaduto a Pieve di Soligo, in provincia di Treviso.

A interrompere le nozze è stata la Polizia di Stato che ha fermato una 30enne originaria della Repubblica Dominicana che stava per sposare un uomo della Marca Trevigiana.

Come si apprende da IlGiornale.it, la coppia stava per pronunciare il fatidico sì quando è stata raggiunta dalla notizia: il visto turistico con cui la donna si trovava regolarmene in Italia era scaduto appena pochi giorni prima del matrimonio.

Quando sono stati presentati i documenti in Comune, l’amministrazione si è accorta dell’irregolarità e ha inoltrato la segnalazione all’autorità competente.

Di conseguenza, la 30enne domenicana è stata arrestata, essendo clandestina, e collocata in un centro d’accoglienza di Roma, dove è in attesa dell’udienza di convalida che, molto probabilmente, ne sancirà l’espulsione dall’Italia e il rimpatrio nella Repubblica Dominicana.

Ora non resta alla coppia che sposarsi al di là dell’Oceano oppure riprovarci in Italia ma con tutti i documenti nella norma.

Fonte: IlGiornale.it