Stefania Rocca: “Ho scelto un baby sitter uomo”

L’attrice ha spiegato il motivo di questa scelta controcorrente condivisa con il marito.

Una scelta controcorrente. È quella fatta da Stefania Rocca per accudire i suoi due figli (Leone di 12 anni e Zeno di 10) quando lei non può. L’attrice e il marito (Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda), infatti, ha scelto un babysitter. Sì, esatto: un uomo. Ecco perché.

Con mio marito – ha spiegato la Rocca – ci diamo il cambio per stare con i nostri figli e quando non possiamo si divertono con il baby sitter. Carlo e io ci aiutiamo parecchio, se non ci sono io c’è lui con i figli, ma ci dà una grossa mano il baby sitter, come dico sempre, serve più a me che a loro. Mi ha cambiato la vita: le baby sitter tendono ad avere un rapporto con i ragazzi basato sul rispetto delle regole del mangia-bevi-dormi, un uomo invece entra più in empatia con loro, come un fratello maggiore. Li vedo giocare, discutere, hanno tutt’altro tipo di relazione. Questo in famiglia ci aiuta molto”.

E fra non molto il baby sitter avrà il suo bel da fare. Il prossimo 9 settembre, infatti, Stefania Rocca sarà impegnata con il l’Otranto Film Fund Festival di cui è direttore artistico, e non è detto che i figli la seguano in Puglia.

Iniziano la scuola il 4 settembre – ha spiegato – e più crescono, più hanno le loro attività. C’è sempre meno tempo per seguire me e ne sono contenta, è giusto che si creino i loro sogni e amicizie. Sono felice della loro indipendenza, come genitore lavori tanti anni per questo. Anche se da mamma un po’ mi spaventa quel leggero senso di mancanza, ma so che è normale”.

Leggi anche: La madre la considera brutta, si sottopone a 300 interventi di chirurgia plastica.

Da SaluteLab: La camomilla aiuta davvero a prendere sonno? Cosa dice uno studio.