Stefano Tacconi gela Barbara D’Urso: “Mi resta poco da vivere”

Le parole dell’ex portiere della Juventus e della Nazionale di Calcio a Pomeriggio 5.

Stefano Tacconi, ospite di Pomeriggio 5, il programma condotto da Barbara D’Urso su Canale 5, ha mostrato molto pessimismo ed è stato anche ‘rimproverato’.

L’ex calciatore della Juventus e della Nazionale Calcio (secondo portiere ai mondiali del 1990 in Italia), ha raggelato lo studio con queste parole: «Un anno e mezzo fa mi sono operato alla schiena, con due vertebre fratturate. Ho rischiato di rimanere sulla sedia a rotelle. Non so quanto mi resta da vivere, l’età avanza. Quest’anno ho perso tanti amici, come Paolo Rossi e Diego Armando Maradona. Ho quattro figli e ho sempre pensato alla mia famiglia, adesso voglio riprendermi un po’ di vita e andare ad allenare un anno in Cina. Mia moglie ha minacciato di divorziare se parto. Io, però, ho deciso».

La replica di Barbara D’Urso:  «Che vuol dire che non sai quanto ti resta da vivere? Hai 64 anni, non sei anziano». Ed è stata più arcigna Patrizia Groppelli, la compagna del giornalista Alessandro Salluti: «Non sei rispettoso per chi sta male davvero, per i malati terminali. Sembra che ti abbiano già fatto l’epitaffio».

Taccone, però, ha deciso: andrà in Cina e accetterà una proposta professionale, anche senza la consorte Laura Speranza e i suoi quattro figli.

Come l’ha presa la moglie? Così: «Era comprensibile all’inizio, io l’ho seguito molte volte. Anche i miei figli hanno tutto qui, la scuola e gli sport. Lui vorrebbe portare via tutta la famiglia con sé. Non fai avanti e indietro tutti i weekend dalla Cina. Non è semplice».

LEGGI ANCHE: Perché Sabrina Ferilli non ha mai avuto figli?