Stefano Tacconi, quali sono le sue condizioni? “Periodo più critico”

Aggiornamento sullo stato di salute dell’ex calciatore

Stefano Tacconi, ex portiere della Nazionale e della Juventus, è ricoverato dal 23 aprile in ospedale, ad Alessandria per una emorragia cerebrale.

Ieri, mercoledì 4 maggio. Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia, ha affermato: “Come conseguenza di quanto accaduto, e come previsto dal normale andamento di questa patologia, il paziente sta attraversando il periodo più critico. La nostra equipe sta portando avanti il trattamento farmacologico per contrastare il vasospasmo cerebrale, ma la sua condizione clinica è altalenante”.

“Si tratta infatti della fase più complicata che può evolvere rapidamente sia in senso positivo sia negativo purtroppo – ha aggiunto -. Stefano sta continuando a lottare: i prossimi giorni saranno determinanti”.

LEGGI ANCHE: La lingua può indicare il tuo stato di salute, scopri come

L’ex calciatore, 64 anni, era arrivato ad Alessandria dopo essersi sentito male mentre si trovava ad Asti per un evento benefico. Trasportato in un primo momento al Cardinal Massaia a causa delle sue condizioni, apparse immediatamente gravi, è stato disposto il suo trasferimento al Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria.

LEGGI ANCHE: Cameriere di 20 anni ha un malore in discoteca e muore.