Strage Las Vegas: donna salvata dal suo iPhone

Poteva essere la sessantesima vittima della follia omicida di Stephen Paddock, ma per fortuna si è salvata. Grazie al suo iPhone.

La sua identità è sconosciuta, la storia è rimbalzata sui social grazie ad una foto scattata dal tassista che ha riaccompagnato la donna a casa subito dopo la strage di Las Vegas.

Anche lei era al festival “Route 91 Harvest” insieme ad altre 22mila persone. Come tante altre persone, aveva con sé il cellulare con il quale scattare foto all’evento e fare anche qualche video da condividere con gli amici.

E aveva il suo telefonino in mano proprio quando è scattata la strage, quando Stephen Paddock ha iniziato a sparare sulla folla dal trentaduesimo piano dell’hotel Mandalay Bay.

Il bilancio è stato di 59 morti e 500 feriti, e fra questi poteva esserci anche lei.

Ma non è stato così. Il suo i-phone le ha salvato la vita facendole da scudo.

Stavo tenendo il cellulare in mano per filmare quello che stava succedendo – ha spiegato la sopravvissuta all’autista che l’ha riaccompagnata a casa dopo la strage – quando all’improvviso un proiettile l’ha colpito. Il mio iPhone mi ha salvato la vita”.

Ecco la foto che il tassista ha scattato al cellulare della donna.