Cagliari. Rimproverato per il cellulare in classe. Prende a pugni l’insegnante

Carabinieri

Violenza tra i banchi di scuola. È accaduto nell’istituto Alberghiero di Monserrato, nell’hinterland di Cagliari, dove i carabinieri sono dovuti intervenire per un’aggressione ai danni di una professoressa. La vicenda, secondo quando riporta il quotidiano “Il Messaggero“, sarebbe sfociata a ridosso della fine dell’orario scolastico.

La docente ha rimproverato uno studente 14enne perché utilizzava il cellulare. Il ragazzino ha reagito contro la professoressa aggredendola e colpendola con un pugno al viso. La docente ha perso l’equilibrio, è caduta a terra ed è svenuta per alcuni secondi. In suo aiuto è arrivata una collega che si trovava in aula. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri ed è stato anche chiesto l’intervento di un’ambulanza. La professoressa è stata medicata in ospedale e giudicata guaribile in tre giorni.

“Non erano mai accaduti episodi di questo genere e di questa gravità – ha dichiarato alla stampa la dirigente scolastica Beatrice Pisuabbiamo convocato gli organi collegiali per prendere i dovuti provvedimenti disciplinari nei confronti dei responsabili. La nostra è sempre stata una scuola tranquilla, in cui i ragazzi rispettano le regole”.

Il nuovo anno scolastico si sarebbe, però, aperto con qualche problema soprattutto fra i nuovi studenti che arrivano dalle medie.

Fra di loro ci sono alcuni elementi poco scolarizzati – ha evidenziato la preside – sembra che non abbiano valori, comunque sono pochissimi elementi che però stanno rovinando il gruppo. La situazione non è generalizzata. Riuniremo il corpo docente per trovare una soluzione a questo problema”.