Il suocero della mamma che ha ucciso i figli: “È stata ricoverata in una clinica psichiatrica”

Ha scioccato tutti la notizia della madre di Suzzara (Mantova) che ha prima ucciso i suoi figli di 2 e 5 anni e, poi, ha provato ad uccidersi con una serie di coltellata al petto.

La donna, la 39enne Antonella Barbieri, sposata con un noto ex rugbysta, Andrea Benatti, si trova piantonata in ospedale e ha annunciato di rifiutare ogni cura.

La domanda che, in questi casi, ci si pone è sempre la stessa: cos’ha spinto la donna a uccidere i suoi due figli?

Ora, si è appreso che lo scorso settembre la 39enne fu ricoverata per un mese in una clinica psichiatrica in provincia di Mantova.

La notizia è stata confermata dal suocero della donna al Quotidiano Nazionale.

Aveva manifestato problemi psicologici qualche mese fa – ha raccontato l’uomo – a fine estate. Era stato disposto un TSO”.

Due settimane fa, comunque, l’ultimo controllo e “andava tutto bene“.

La donna, infatti, era tornata a casa lo scorso 9 ottobre e “in quel periodo ha avuto colloqui per approfondire la sua situazione. Stava bene“.

La donne e i suoi due figli.

È stata sottoposta – ha aggiunto il nonno delle due vittime – all’ultimo accertamento specialistico quindici-venti giorni fa, quando è andata dal medico psichiatra: hanno detto che tutto andava bene“.

Il suocero, descrivendo la donna come una madre premurosa, ha raccontato che “con noi non ha mai dato la sensazione di poter arrivare fino a questo punto, altrimenti mio figlio sarebbe intervenuto“.

Antonella faceva giocare Kim e Lorenzo, “li accompagnava all’asilo, dappertutto. Viveva per loro. E sembrava stesse bene“.

Poi, però, il black-out nella mente della donna e il terribile duplice omicidio.