Suora maltratta 12enne: lo ha anche costretto a urinare e defecare nei pantaloni

Dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti su minori e abuso dei mezzi di correzione una suora di Frosinone.

La donna, infatti, nel 2016, avrebbe preso a schiaffi e spintoni un 12enne e per punirlo lo avrebbe rinchiuso in uno stanzino senza dargli la possibilità di andare in bagno. Qui il piccolo sarebbe stato costretto a urinare e defecare nei pantaloni.

Come raccontato dal Messaggero, i genitori del bambino, trovandosi in difficoltà economiche, hanno ricevuto alcuni sussidi da parte di istituzioni che si occupano di famiglie disagiate, tra cui la possibilità di far seguire il bambino in una casa-famiglia gestita dalle suore nella periferia della città della Ciociaria.

Il bambino, quindi, dopo la scuola, si recava nella struttura per mangiare e fare i compiti e, a volte, capitava che restasse a dormire lì.

La madre, però, un giorno si accorse che il figlio aveva dei lividi sulle braccia e sulle gambe e il bambino, scoppiando a piangere, le raccontò quello che subida dalla suora.

Di conseguenza, è scattata la denuncia per la religiosa e, subito dopo le accuse, la suora si è tolta l’abito monacale e si è trasferita altrove.

Ad assistere la famiglia è l’avvocato Christian Alviani.

Leggi anche: bimbo di 3 anni dimenticato in una scuolabus, scoperto dalla madre.