Susanna Messaggio e il dolore della perdita della prima figlia

Ospite di ‘Vieni da me, l’ex valletta di Mike Bongiorno ha raccontato alcuni episodi della sua vita.

Susanna Messaggio
Susanna Messaggio

È stata una delle storiche vallette di Mike Bongiorno, ma da tempo non la si vede più in tv. Susanna Messaggio oggi è soprattutto una mamma e moglie felice. Ma nella vita ha dovuto affrontare delle prove difficili. Una riguarda proprio la maternità e la perdita di una figlia appena nata.

La prima figlia, Alice – ha raccontato a ‘Vieni da me’ – mi è mancata. Era piccola e aveva un problema cardiocircolatorio. È ritornata nel Paese delle Meraviglie, ma è sempre vicino a me. Aveva qualche mese, è stata operata. È stato un momento difficile della mia vita. Studiavo Medicina e ho smesso per studiare Psicologia perché volevo aiutare le donne che come me avevano subito un danno e dovevano essere forti per andare avanti”.

Oggi, però, può contare sull’affetto di altri due figli: Martina nata dal secondo matrimonio, e Iacopo avuto con il terzo marito Giorgio Olivieri, sposato nel 2005.

Tuttavia, non è stata facile neanche la sua vita da adolescente. La sua, infatti, era una famiglia vecchio stampo.

I miei genitori – ha rivelato – non mi hanno mai lasciato libera. Non potevo uscire, alle 17 c’era il lupo, dovevo tornare a casa perché diventata tutto buio e chissà cosa poteva succedere. Mio fratello Bruno poteva fare qualunque cosa perché lui era maschio. La cena era un momento di ritrovo importante, dovevamo presentarci a tavola tutti lavati, puliti. Bisognava mangiare tutto, non si poteva dimenticare nulla nel piatto. Io volevo essere una ragazza indipendente. Volevo una cosa? La dovevo conquistare. È successo che un giorno un bel fanciullo (non avevo neanche 18 anni) mi ha rapito. È venuto a prendermi fuori da scuola e mi ha portato via. Lui era italo-austriaco e mi ha portato su per le montagne. Aveva 10 anni in più di me. Me lo sono sposato ma non sapevo neanche cosa fosse il matrimonio. Era semplicemente una forma di libertà. Questa cotta è durata cinque anni”.

Leggi anche: Gianna Nannini shock: “Ho sperimentato la schizofrenia”.

Da SaluteLab: La carne rossa non fa male, valanga di proteste per uno studio.