Svastica e verso nazista in un bagno di Montecitorio

Una svastica e un verso nazista sono stati rinvenuti sulla porta di uno dei bagni di Montecitorio, sede della Camera dei Deputati, a Roma.

Oltre al simbolo del nazismo, infatti, qualcuno ha scritto anche “Es braust unser panzer“, cioè “il nostro carro armato sta ruggendo“, un verso tratto dal Panzerlied, uno dei canti più noti della Wehrmacht (l nome assunto dalle forze armate tedesche con la riforma del 1935 e per tutta la durata della seconda guerra mondiale, fino all’agosto 1946, quando fu formalmente sciolta dopo la resa incondizionata della Germania del 7 maggio 1945).

A tutto ciò, però, qualcuno ha risposto poco sotto con “ma vai a cagare“.

Sull’episodio è stato informato il presidente della Camera, Roberto Fico.

Difficile, o meglio impossibile, risalire all’autore della scritta nazista, visto che Montecitorio è frequentato non solo dai deputati, ma anche da funzionari, giornalisti e scolaresche.