Cina. Taglia le corde vocali ai cani rumorosi: arrestato veterinario

Tagliare le corde vocali ai cani che abbaiano troppo. E’ questo il servizio che offriva un sedicente veterinario della provincia cinese di Sichuan. Fortunatamente l’uomo è stato arrestato, ma non per quello che faceva, bensì per il modus operandi.

In Cina, infatti, non è vietato recidere le corde vocali dei cani per evitare che abbaiando diano fastidio e creino confusione. E’ una pratica lecita e anche molto diffusa. Cosa, invece, la legge cinese proibisce è l’eseguire questa operazione senza rispettare le basilari norme di igiene e sicurezza. Ed è stato quest’ultimo aspetto a mettere nei guai il veterinario.

Fonte Metro

L’uomo, infatti, operava in strada. I poveri animali che finivano tra le sue grinfie (previa segnalazione da parte del padrone) venivano prima anestetizzati con un colpo ad una zampa e poi messi su un lettino che il medico portava sempre con sé per subire il taglio delle corde vocali. Il tutto durava non più di 5 minuti e il prezzo variava dai 5 agli 11 euro.

Ad incastrarlo sono state delle foto scattate da passanti probabilmente indignati. Al momento dell’arresto, inoltre, è stato scoperto che l’uomo non aveva i titoli necessari per esercitare la professione.