Tagliatelle fatte in casa: la ricetta semplice e veloce

La pasta all’uovo è tra gli ingredienti più utilizzati nella nostra tradizione culinaria, si sposano perfettamente con molti sughi e condimenti.

Tagliatelle all'uovo
Tagliatelle all'uovo

Le tagliatelle fatte in casa sono davvero semplici da preparare, basta acquisire un po’ di manualità e il gioco è fatto. Un trucco, poi, è quello di fare attenzione alle dosi e considerare un uovo a persona. Ma vediamo cosa dobbiamo disporre sul tavolo di lavoro:

  • Due uova;
  • 200 gr di farina 00;
  • Un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva;
  • Un pizzico di sale.

Prima di tutto, disponiamo la farina a fontana sul tavolo della cucina, come facevano le nostre nonne. Non dimentichiamo di lasciarne da parte 20/30 g, così da non rischiare che l’impasto risulti troppo duro o difficile da stendere. Va bene pure la farina 0 e possiamo anche aggiungere quella di semola, mantenendo sempre le proporzioni degli ingredienti e considerando che non deve superare un terzo del peso totale.

Tagliatelle all'uovo con farina di castagne
La versione con farina di castagne

LEGGI ANCHE: Spaghetti aglio olio e peperoncino: la ricetta per prepararli a regola d’arte

A questo punto, rompiamo le uova al centro della fontana, mettiamo il sale e l’olio evo. Non tutti usano quest’ultimo ingrediente, ma così l’impasto risulterà più morbido e facile da stendere.
Con l’aiuto di una forchetta, poi, sbattiamo le uova e facciamo assorbire la farina poco alla volta. Se l’uovo esce un po’ fuori dalla nostra fontana, niente paura: non è grave.

Dopodiché conviene continuare con le mani, fino a quando non otteniamo un composto omogeneo, se necessario aggiungiamo la farina messa da parte. La lavorazione deve durare almeno cinque o sei minuti ed è meglio utilizzare i palmi.

Una volta finito, ricopriamolo con la pellicola trasparente e facciamolo riposare per 20/30 minuti a temperatura ambiente. L’impasto apparirà più morbido e potremo distenderlo con il mattarello più facilmente. Prima, però, non dimentichiamo di infarinare il piano di lavoro. L’obiettivo è quello di ottenere una sfoglia rotonda.

Se si attacca al mattarello, aggiungiamo altra farina, distribuendola con le mani su tutta la superficie della pasta. Dobbiamo lavorarla finché non diventa quasi un velo, davvero sottilissima. Lasciamola riposare per circa 10 minuti, coperta da un canovaccio.

Per preparare le tagliatelle fatte in casa, pieghiamo e arrotoliamo la sfoglia fino a metà, facciamo la stessa cosa con l’altra metà e avviciniamo i due lembi. Dopodiché, con un coltello ben affilato, iniziamo a tagliare la pasta, formando strisce da circa mezzo centimetro di larghezza. Lo spessore possiamo deciderlo anche noi e non importa se non sono tutte perfettamente uguali.

Possiamo cuocerle subito in abbondante acqua salata, oppure possiamo farle essiccare e conservarle a lungo. In questo ultimo caso, mettiamole vicino a una fonte di calore (termosifone o forno a 50°: lasciamo che raggiunga la temperatura e poi spegniamolo).

Mettiamo le tagliatelle all’interno con lo sportello leggermente aperto, e lasciamole dentro per circa un’ora. Verifichiamo che siano perfettamente secche, altrimenti ripetiamo il procedimento un’altra volta. Così, possono essere conservate per un mese.

LEGGI ANCHE: Come si preparano gli gnocchi in casa.