Tamponamento tra tre auto, scoppia l’airbag e un neonato muore schiacciato

Dramma a Pisa. I dettagli di un incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio, 16 gennaio.

A Pisa, in Toscana, un neonato di due mesi è morto intorno alle 22.30 di ieri, domenica 16 gennaio.

Il dramma è avvenuto come conseguenza di un incidente stradale avvenuto nel pomeriggio in via Manghi, nel quartiere di Cisanello: un tamponamento tra almeno tre vetture. Il piccolo si trovava nel sedile anteriore ed è stato schiacciato dall’attivazione dell’airbag.

A guidare l’auto il padre, mentre la madre e un altro figlio si trovavano sul sedile posteriore.

Il cuore del piccolo ha smesso di battere all’ospedale Cisanello di Pisa, dov’era stato portato in condizioni critiche con un trauma toraci e un trauma cranico giudicati gravissimi dai medici. È stato anche tentato un intervento chirurgico per salvare il bambino ma è stato purtroppo inutile.

Stando alla ricostruzione dei vigili urbani, quando c’è stato il tamponamento, l’airbag è scoppiato e ha investito il neonato, procurandogli le gravi ferite che lo hanno poi portato alla morte.

La famiglia del bambino, che avrebbe compiuto due mesi proprio oggi, è originaria dell’Albania ma da molto tempo risiede in provincia di Pisa. La Polizia municipale sta, comunque, cercando di fare chiarezza sull’accaduto.

LEGGI ANCHE: Le unghie possono indicare lo stato della tua salute, ecco in che modo.

L’airbag, si sa, è un dispositivo di sicurezza passiva che entra in funzione in caso di violenti incidenti stradali per proteggere il guidatore e i passeggeri dagli urti. Tuttavia, anche se il codice della strada permette ai bambini di qualsiasi età di viaggiare seduti sul sedile anteriore, con le cinture di sicurezza allacciate e con il seggiolino ove necessario, si consiglia che i più piccoli, almeno fino a due anni di età, siedano sul sedile posteriore, proprio per evitare quanto successo al povero neonato.

LEGGI ANCHE: Rubano un’auto con un bambino dentro e si schiantano: arrestati.