Tenta di soffocare la suocera in ospedale. La scoperta shock di una badante

ospedale di Chioggia

Ha provato a strangolare la suocera, ricoverata in ospedale per un’ischemia cerebrale, ma una badante lo ha scoperto in tempo.

È successo ieri pomeriggio- venerdì 27 luglio – all’ospedale di Chioggia (Venezia).

L’uomo, un 56enne, originario di Codevigo, era andato a trovare la suocera 83enne, ricoverata con un’altra paziente assistita da una badante bielorussa, che si era allontanata momentaneamente dalla stanza.

L’uomo ha, quindi, provato a soffocare la donna con un telo per coprirle il naso e la bocca. A quella vista, con l’anziana donna che provava a liberarsi, la badante, appena rientrata, ha dato subito l’allarme.

Il 56enne ha provato a giustificarsi, dicendo che si trattava di una “tecnica innovativa” (mentre tentava di soffocare la donna, aveva nell’altra mano un cellulare con cui, molto probabilmente, stava controllando lo scorrere del tempo).

L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio ed è strato trasferito nel carcere di Venezia.