Thailandia: trovati vivi i 13 dispersi nella grotta

Sono tutti vivi e in buone condizioni. C’è stato quindi il lieto fine per la vicenda dei 12 ragazzi dispersi con il loro allenatore in una grotta thailandese lo scorso 23 giugno. Anche se erano in pochi a crederci.

Il gruppo è stato ritrovato dai sommozzatori in una ‘stanza’ della grotta di Tham Luang Nang Non (nel nord della Thailandia) per loro fortuna rimasta asciutta durante le inondazioni. Sembrerebbe che il gruppo sia stato sempre lì durante questi lunghi giorni di ricerche.

Tuttavia, i ragazzi non potranno però essere tratti in salvo subito, ma i soccorritori rimarranno con loro.

I ragazzi e il loro allenatore, dopo una partita, avevano deciso di fare un’escursione e si erano avventurati all’interno della grotta di Tham Luang Nang Non (dove però l’accesso è vietato da giugno a novembre per la stagione delle piogge). Di lì a poco un diluvio durato giorni interi avrebbe allagato l’ingresso e bloccato la squadra all’interno della grotta.

Fin dall’inizio delle ricerche, quindi, l’attenzione è stata rivolta alla ricerca di quella ‘cavità’ asciutta ritenuta all’unanimità l’unica possibilità di salvezza per il gruppo. Non è stato facile trovarla, ma alla fine i soccorritori arrivati da diverse parti del mondo ce l’hanno fatta.