The Crown: fatti e curiosità sulla serie che racconta i reali inglesi

Da Harry e Meghan fan della serie al ruolo di Lady Diana: ecco i fatti su The Crown che dovreste conoscere

The Crown
The Crown

The Crown è a tutti gli effetti la serie televisiva del momento. Complice la popolarità della famiglia reale inglese, che grazie alle coppie William & Kate e Harry & Meghan vive un periodo di particolare esposizione mediatica, lo show di Netflix è uno dei più attesi e seguiti in assoluto.

Ci sono però delle cose che non tutti sanno. Per esempio, potreste non crederci ma pare che proprio la Regina Elisabetta fosse la fan numero uno della serie. Attenzione però, abbiamo usato un tempo passato. Ecco perché dovreste saperne di più.

The Crown: com’è nato lo show?

Primo fatto interessante: Peter Morgan è lo sceneggiatore e drammaturgo britannico che firma The Crown. Come gli sarà mai venuta l’idea di realizzare questa fortunata serie tv? Semplice: in realtà la famiglia reale è un suo particolare pallino.

Peter Morgan
Peter Morgan

I veri cinefili ricorderanno infatti che Morgan è stato candidato all’Oscar per la miglior sceneggiatura grazie a The Queen, film sulla Regina Elisabetta magistralmente interpretato da Helen Mirren.

Per di più, Morgan ha scritto anche una commedia su Sua Maestà: si chiama The Audience e racconta con ironia le udienze settimanali che la Regina è “costretta” a tenere ogni settimana.

Dato dunque l’amore di Morgan per la Casa Reale e per Elisabetta II non è stato difficile per lui buttare giù un’idea vincente e proporla a Netflix che, intuendone il successo, ha accettato. E ha esteso la collaborazione con lo sceneggiatore per ben quattro anni.

Lo show è storicamente accurato?

The Crown è decisamente uno show avvincente, che fa sentire allo spettatore tutto il peso che all’improvviso piomba sulle spalle della giovane Elisabetta. Allo stesso tempo rivela cose apparentemente scandalose sulla vita della sua famiglia, facendo focus sulle abitudini della principessa Margaret o sul carattere impetuoso del principe Filippo. 

Tuttavia, sarebbe inappropriato definirlo come storicamente accurato: la serie è una fiction e dunque, pur ripercorrendo fatti realmente accaduti li drammatizza e li esalta per dare allo spettatore dettagli e trame che tengono con il fiato sospeso o che semplicemente facciano giungere a conclusioni proprie.

Alcuni punti controversi riguardano le presunte infedeltà del principe Filippo, che non sarebbero affatto state accertate. Idem la rivalità tra la Regina Elisabetta e Jackie Kennedy: quest’ultima sarebbe stata infatti accentuata per creare una puntata ad hoc.

Insomma, quando guardiamo The Crown dobbiamo tenere presente che è uno show, non una lezione di storia.

The Crown: perché cambia il cast?

Le prime due stagioni di The Crown avevano un cast, mentre dalla terza ce n’è un altro. Come mai? Semplice: perché le stagioni seguono determinati frangenti della vita della Regina. Le prime due serie la vedono giovane, che muove i suoi primi passi nel complicato mondo della reggenza.

the crown cast
Claire Foy (a sinistra), Olivia Coleman (a sinistra) e due ritratti della Regina Elisabetta.

La terza (e le probabili successive) la vedono già più adulta e cresciuta. Era dunque necessario usare non solo usare un cast più maturo ma anche diverso, proprio per creare uno stacco netto tra le due fasi.

Con la regina crescono anche gli altri personaggi, come il principe Filippo e i loro figli, con particolare attenzione per il principe Carlo (bambino nelle prime due serie, adulto nella terza).

the crown
A destra, Vanessa Kirby. A sinistra, Helena Bonham Carter. Al centro la principessa Margaret.

Cresce anche la principessa Margaret, che per altro va via via designandosi come personaggio opposto alla Regina Elisabetta.

Ma The Crown piace alla Corona?

È una cosa che si sono chiesti un po’ tutti, in fondo: come hanno reagito i royals agli episodi che raccontano la loro vita? Come abbiamo già accennato pare che la Regina Elisabetta abbia gradito lo spettacolo fino alla nuova stagione, appena rilasciata su Netflix. Come mai ha cambiato opinione?

Pare che nell’ultima stagione siano presenti delle puntate in cui sembra chiara una relazione amorosa tra Elisabetta e l’amministratore dei suoi cavalli, tale Lord Porchester.

Questo fatto ha fatto talmente arrabbiare la Regina che si è scomodato persino l’ex addetto stampa ufficiale, che ha dichiarato che sono tutte illazioni. Il principe Filippo, invece, non ha mai gradito particolarmente la serie: ha dichiarato di trovarla addirittura ridicola.

Pare invece che la serie non dispiaccia affatto al nipote Harry e alla moglie Meghan Markle, duchi del Sussex. E che addirittura da Netflix sia arrivato un invito alla duchessa – ex attrice ora impegnata nell’occhio del ciclone per i suoi modi non proprio da corte – a partecipare, anche in veste di guest star.

La Markle finora ha declinato, ma la direttrice creativa della serie, Suzanne Mackie, ha dichiarato che proveranno a farle interpretare… sé stessa, non appena la serie toccherà le storie di corte più contemporanee.

Lo show piace anche al principe William e alla moglie Kate. Il futuro Re D’Inghilterra ha dato addirittura delle dritte all’attore Matt Smith, che nelle prime due serie ha interpretato il principe Filippo.

The Crown parla di Lady Diana?

Argomento doloroso e spinoso, per i reali inglesi: Lady Diana, la principessa triste, ha lasciato un segno nel cuore degli inglesi ed è ancora d’esempio per William e Harry, che portano avanti molte delle opere in cui si impegnava la madre. Pertanto era davvero impossibile che The Crown non le desse spazio. Tuttavia, bisogna aspettare la quarta stagione per vederla.

the crown
A sinistra, Lady Diana. A destra Emma Corrin, che la interpreta in The Crown.

Nella terza stagione, invece, è presente Camilla Parker-Bowles, grande amore di Carlo, amante storica, croce di Lady Diana e moglie del principe dopo la tragedia che ha visto spegnere la principessa.

In sostanza, nella stagione attualmente presente su Netflix verranno piantati i semi per raccontare tutto ciò che succederà nel futuro. Stando però a quanto anticipato, la storia di Diana sarà quasi slegata da quella di Carlo e Camilla: le verrà dato un ruolo iconico, da eroina.

Quanto durerà The Crown?

A quanto pare, The Crown andrà avanti almeno per sei stagioni. Lo show è particolarmente costoso per via dei costumi e delle location. Non è girato a Buckingham Palace: tutte le stanze e gli artefatti dei Windsor sono stati ricreati ad hoc.

The Crown
The Crown

Si può dire dunque che finché batterà cassa, continuerà a riscuotere premi (ha all’attivo decine di riconoscimenti) e terrà gli spettatori incollati allo schermo portando avanti e superando gli altissimi numeri di riproduzioni in streaming che ha registrato fino ad ora, non c’è limite alle stagioni possibili.

D’altronde le storie di corte affascinano tutti. E, a proposito: sapevate che in Italia per promuovere The Crown 3 è sceso addirittura in campo Emanuele Filiberto di Savoia?