Tinto Brass si sposa. “Caterina deciderà come morirò”

Foto Corriere.it

Quando io non sarò più in grado di badare a me stesso, Caterina sceglierà per me la cosa giusta. Le consegno le chiavi della mia vita, sicuro che lei la girerà al momento giusto“.

Così Tinto Brass spiega la decisione di convolare a nozze con la fidanzata storica, Caterina Varzi.

Foto Corriere.it

A 84 anni e dopo 10 anni di convivenza, il re del cinema erotico ha deciso di mettere la testa a posto. Le nozze verranno celebrate il prossimo 3 agosto.

Una cerimonia molto intima: “solo quattro testimoni e noi”, ha anticipato al Corriere della Sera.

Brass ha deciso per queste seconde nozze (la prima moglie Carla Cipriani è scomparsa nel 2006) in primis per suggellare un amore che ne ha passate tante, tra cui un ictus che colpì il regista nel 2010. “Mi ha riportato alla vita e alla memoria quando ero finito e pensavo di buttarmi giù dalla finestra dell’ospedale. Caterina mi ha fatto tornare quello che ero” ha precisato nell’intervista.

E poi il matrimonio per lui è anche un modo per evitare di “perdere la dignità”. “Se mi venissi a trovare in una condizione grave e irreversibile è giusto staccare la spina, e lei potrà decidere il nostro ultimo viaggio insieme”.

E al giornalista che insinua che dietro questo matrimonio ci siano “interessi” da parte di Caterina, prontamente Brass risponde: “Lei non avrà ricchezze per il semplice fatto che non ho proprietà. La cosa più preziosa è il mio archivio, che è importante per il mio lavoro”.

È proprio amore.