Coronavirus, Tom Cruise ha lasciato Venezia per paura del contagio?

La produzione del settimo capitolo della saga di Mission Impossible ha annullato le riprese a Venezia. Secondo fonti ufficiali, Tom Cruise non sarebbe mai arrivato in laguna.

Tom Cruise

Per tutelare il cast dal rischio di contagio da Covid-19, la Paramount Pictures ha deciso di sospendere le riprese del settimo capitolo di Mission Impossible che avrebbero dovuto protrasi a Venezia per tre settimane. La notizia è stata divulgata dal quotidiano Tre Wrap.

Tom Cruise non è mai arrivato in Italia

La testata ha fatto sapere che il divo di Hollywood non è mai arrivato in Italia. Diversi professionisti della troupe, già presenti a Venezia, sono stati invece autorizzati a fare ritorno a casa fino al riavvio delle riprese della pellicola.

A dare la notizia a The Wrap è stato un portavoce della casa di produzione, che ha specificato come la decisione sia stata presa con lo scopo di tutelare il benessere e la sicurezza del cast e della troupe del settimo capitolo della celebre saga cinematografica con protagonista Ethan Hunt.

 

LEGGI ANCHE: Coronavirus: è salito il numero di vittime in Italia e i contagiati ora sono 219

La versione del Daily Mail

Se secondo quanto specificato da The Wrap Tom Cruise non sarebbe mai giunto in Italia, la versione del Daily Mail è un po’ diversa. Il quotidiano britannico, infatti, parla di una presenza a Venezia del divo di Hollywood, che sarebbe bloccato all’Hotel Gritti Palace in attesa di capire se alcune scene potranno essere girate.

Secondo quanto si può leggere sulle pagine del tabloid inglese, i controlli effettuati sulla troupe sarebbero risultati negativi. Il Daily Mail ha altresì rivelato che già da ieri sera era previsto il rientro in patria di alcuni professionisti britannici impegnati nella troupe del film. I soggetti in questione, non appena rientreranno sul suolo britannico verranno sottoposti a controlli mirati per valutare l’eventuale contagio da Coronavirus.

La distribuzione di Mission Impossible 7, le cui riprese avrebbero dovuto svolgersi presso alcune calli di Venezia, è prevista per il 2021. Quella dell’ottavo capitolo della saga, invece, per il 2022. A seguito dell’ordinanza speciale della Regione Veneto, in laguna è stato annullato anche il tradizionale carnevale.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: cinesi positivi in Piemonte tornati in Italia il 19 febbraio